fbpx
  • Danza | Teatro Acrobatico | Aerea | Pole Dance

Mangiare prima dell’allenamento: fantascienza e realtà

Semi di basilico con caco e melograno
960 718 Elena Canti

Con i ritmi frenetici della modernità conciliare lavoro, benessere, vita privata e relax è sempre più difficile. Per questo in molti si dedicano all’attività sportiva la sera, spesso nelle ore che solitamente verrebbero riservate alla cena. Non sappiamo mai se mangiare prima del allenamento, è difficile scindere tra fantascienza e realtà.

Gestire i pasti non è sempre facile, per cui sorge legittimo il dubbio relativo a come poterli affrontare al meglio, garantendo al proprio corpo il giusto apporto calorico di cui necessita. Se si mangia prima dell’allenamento la paura riguarda un possibile appesantimento, mentre a fine lezione il rischio è quello di non avere più appetito a causa dell’eccessiva stanchezza.

La domanda dunque è: che cos’è più giusto fare? Mangiare prima o dopo l’allenamento? La risposta: entrambe le volte. Il digiuno, infatti, non è mai la soluzione, né prima né dopo il workout. Non mangiare non vi aiuterà ad acquisire in meno tempo il fisico che avete sempre sognato, e di certo non apporterà benefici alla vostra dieta. L’unica cosa che otterrete sarà solo un aumento della fatica percepita. È importante sapere, infatti, che le energie necessarie ad affrontare un allenamento vengono ricavate principalmente dai carboidrati e dagli zuccheri presenti nel sangue. Quindi, nel momento in cui decidiamo di non mangiare, l’organismo sarà costretto a sottrarre proteine al tessuto muscolare, indebolendone la struttura e andando dunque a vanificare parte dei sudati sforzi fatti a lezione. E poi a chi piace allenarsi con la pancia che brontola?
Ecco allora qualche suggerimento su come poter gestire al meglio i propri pasti, partendo dal presupposto che un’alimentazione corretta prevede il giusto apporto di carboidrati, che forniscono energia meccanica, di proteine, che incrementano la resistenza, e di fibre, che riducono l’assorbimento delle sostanze meno salutari. Vediamo come conciliare tutto questo con il nostro allenamento.

QUANDO E COSA MANGIARE PRIMA DELL’ALLENAMENTO:

La raccomandazione degli esperti è quella di mangiare da due ore e mezza a mezz’ora prima dell’allenamento. In questo caso sono particolarmente indicati i carboidrati, che permetteranno il raggiungimento di un buon livello performativo. Da evitare gli alimenti con alto indice glicemico, soprattutto nella mezzora che precede l’allenamento, preferendo invece quelli semplici e poco zuccherini.
Qualche esempio? In primis troviamo la banana, ricca di carboidrati e potassio, che oltre a fornire energia contribuisce anche a migliorare il funzionamento di nervi e muscoli. Un’alternativa valida sono i frutti rossi, magari accompagnati dall’avena, che è un’inesauribile fonte di fibre. Ottima scelta anche lo yogurt e la frutta secca. Per chi preferisce qualcosa di più sostanzioso, invece, sono indicati toast e uova. Ma attenzione, perché come è importante mangiare lo è anche bere. Assicuratevi di mantenervi idratai prima, durante e dopo l’allenamento. E per quelli a cui l’acqua stanca ci sono i frullati: gustosi e facili da digerire.

Vertical Creative Camp
Il camp che risponde alle tue esigenze! Creato da Pink Puma e Dimitry Politov dal 1 al 9 maggio 2020 in Be Art Studio Legnano.

COSA MANGIARE DOPO L’ALLENAMENTO:

Per prima cosa, nei trenta minuti che seguono l’allenamento è opportuno reidratarsi e assumere carboidrati semplici. In questo caso sono indicati anche quelli zuccherini, per provvedere a reintegrare le riserve di glicogeno epatiche e muscolari da cui abbiamo attinto energia facendo attività fisica. Fondamentale, soprattutto per chi pratica sport di alto livello, è assumere anche le proteine, che andranno a riparare i tessuti muscolari eventualmente lesionati. Fra gli alimenti più indicati troviamo carni magre, pesce, legumi, latticini a basso contenuto di grassi, uova e frutta secca.

Ricordate sempre: un sacco vuoto non può stare in piedi, figuriamoci volare.

(Quelli da noi forniti sono solo consigli. Per avere un piano alimentare studiato appositamente per la propria persona, e basato sul fabbisogno giornaliero individuale, consultare un nutrizionista).

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Preferenze Privacy

Utilizzando il nostro sito internet è possibile che informazioni vengono salvate attraverso il tuo browser da servizi specifici con l'utilizzo di cookies. Qui puoi cambiare le preferenze della tua privacy. Ricordati che bloccando alcuni tipi di cookies potrebbe avere effetti sulla tua esperienza di navigazione sul nostro sito e sui servizi che siamo in grado di offrirti.

Click to enable/disable Google Analytics tracking code.
Click to enable/disable Google Fonts.
Click to enable/disable Google Maps.
Click to enable/disable video embeds.
Il nostro sito utilizza cookies che raccolgono dati anonimi da terze parti per la fornitura di servizi ed informazioni. Definisci le tue preferenze della privacy e/o dai conferma che sei d'accordo con il nostro utilizzo dei cookies.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: