fbpx
  • Danza | Teatro Acrobatico | Aerea | Pole Dance

6 uomini poler italiani da seguire su instagram

Instagram
1024 576 Massimo Castelli

In barba all’uguaglianza dei sessi possiamo dire che la pole maschile è uno dei casi meno frequenti nello sport, dove i maschi vivono nell’ombra delle loro colleghe. Mille preconcetti e paranoie di chi non conosce la materia a parte, possiamo dire con fierezza che Pole Sport e Pole Art maschile stanno anno dopo anno crescendo. La pole maschile si differenzia un po’ da quella femminile, proprio per le caratteristiche tipiche che distinguono i sessi: c’è molta forza fisica in gioco con meno fatica di costruirla (allenarla), ma in compenso solitamente si vede meno flessibilità. Quest’ultima per i maschietti tende ad essere più difficile da raggiungere.

Quando parliamo di pole ed intendiamo i maschi, infatti definiamo il termine con “pole maschile”. E’ una netta prova della dominanza femminile in questo sport. Significa che non è adatto ai maschi? Assolutamente no. E’ solo più raro che gli uomini vi si avvicinano, perché siamo abituati a vedere sempre donne e molta femminilità avvolgersi intorno alla pertica verticale. Negli ultimi anni i social media hanno influenzato molto l’ascesa della popolarità della pole e come per le donne, anche per i maschi la piattaforma con il maggior riscontro della community è Instagram. Ovviamente è importante ricordare che stai per vedere profili di atleti agonisti di alto livello. Se ti senti ispirato a provare i trick che vedi, sarebbe meglio se lo facessi in una delle eccellenti palestre di pole sport italiane, sotto supervisione di un coach. Se sei autodidatta, attrezzati con dispositivi di sicurezza ed attrezzatura di qualità. Leggi questo articolo per trovare consigli sulla scelta: Palo, cerchio o tessuto a casa? Ecco cosa e dove acquistare.

La pole maschile non ti interessa? Allora leggi questo articolo: 5 poler italiane da seguire su Instagram

L’ordine di apparizione degli atleti è puramente casuale e non segue ordini di importanza. Senza perdere altro tempo, ci lanciamo nel elenco di oggi: 6 poler italiani maschi da seguire su Instagram, per la tua ispirazione, per rimanere aggiornato sul mondo della pole italiana e per ricordarti che anche gli uomini fanno pole! Pronti via… ed alla fine ci sarà anche un 7° profilo da scoprire. Prova ad indovinare chi?

  1. Marco Daza
  2. Marco Bassi
  3. Giacomo Fratini
  4. Giuseppe Siracusa
  5. Alessio Bucci
  6. Moris Ciccone

1. Marco Daza

Iniziamo subito con un poler maschile di eccezione: flessibile, elegante e dei movimenti fluidi. Questo non è per niente scontato per un uomo! Marco è un ballerino oltre ad essere pole dancer e questo si vede ogni volta che mette piede su un palco (o mano ad un pole). Negli anni è cresciuta la sua capacità tecnica, ma soprattutto la sua voglia di raccontare storie armoniose con emozioni importanti nelle sue esibizioni. Lui comunica con il corpo ed il movimento. Nei campionati di Pole Sport nazionali ed internazionali Marco è arrivato spesso sul podio, anche se il salto sul primo gradino non gli è ancora riuscito. Dato l’alto livello del nostro campionato italiano comunque non è un compito facile! La sua costante presenza nella Squadra Nazionale di Pole Sport italiana (POSA) testimonia l’impegno di volerci ancora provare. La sua vera forza comunque è nei campionati di Pole Art! Con le sue doti artistiche, Marco ha conquistato il titolo di Campione del Mondo (in Russia) e numerosi primi posti nei campionati di pole art internazionali. Di origine cileno e naturalizzato italiano, il suo cuore batte per due culture, ma oggi veste la maglia azzurra!

Il suo profilo Instagram è super ricco di contenuti ed anche di ispirazione. Se vuoi imparare direttamente da lui, da lezioni in Emilia Romagna ed anche online.

2. Marco Bassi

Lo potremmo anche chiamare Mr. Tecnica. Marco predilige la parte dinamica ed acrobatica della pole. Non gli importa moltissimo delle coreografie o della parte artistica. Le sue importanti radici nella calistenica da una parte dall’altra nell’acrobatica / parkour sono ben visibili ogni volta che pubblica un nuovo video su Instagram. Il campione del mondo di Ultra Pole (IPSF) è alla costante e quasi maniacale ricerca di come spingere i limiti del fattibile. Per questo è impegnato a trovare sempre nuovi modi per apprendere trick assurdi (più o meno) in sicurezza. Nella sua scuola a Ferrara, appositamente studiata per questo scopo, ha sviluppato ed installato un sistema di funi con contro pesi come al circo. Questi gli permettono di allenarsi con trick totalmente aerei partendo dal pole, ma anche di insegnarli a chi volesse imparare gli aspetti più acrobatici di questo sport, ma magari ha paura delle cadute di percorso.

Se hai il dubbio di dove mettere il mignolo ed il ditino del piede (per dire), in quel trick che sogni di imparare, chiedilo a Marco. Te lo saprà dire.

3. Giacomo Fratini

The show must go on! Chi non ha mai visto una delle ASSURDE esibizioni del Fratini alzi la mano e clicchi subito qui per aprire un video su YouTube! Il Campione Italiano del 2020 è famoso per coreografie ricche di cambiamenti musicali, dinamiche, acrobatica ed una comicità ( o serietà) tutta sua. L’ex ballerino di balli latino americani e da salone sa muovere il bacino (per non dire il c…), questo lo abbiamo tutti costatato nel video. Ma, anche in tecnica di pole ed acrobatica sul palo e fuori palo Giacomo “Jack” Fratini è oggi un riferimento in Italia. A parte i podi ed i primi posti collezionati in Italia, a livello internazionale ci ricordiamo tutti quelle tre medaglie di legno, di cui POSA Pole Sport Worlds 2018 e 2019 e quella storia del piede rotto, ma il non voler rinunciare alla partecipazione al campionato Ultra Pole IPSF per finire 4° anche li. Lo spirito di Giacomo è unico, come lo è il suo stile di interpretare la pole e la sua tenacia di non demordere mai. Sul profilo Instagram del creatore della figura #fratiniplanche (codice POSA) troverai molti trick interessanti. A volte Giacomo pubblica anche il percorso dei suoi progressi, da come ha iniziato a lavorare su un trick, fino a quando ci è riuscito, con anche qualche volta gli insuccessi. Così almeno qualche volta possiamo vedere che anche gli super(pole)men sono umani…

4. Giuseppe Siracusa

Giuseppe è la prova che non importa quale sia la tua base o da dove arrivi. Poi anche essere un giocatore di Rugby, se ti piace la pole ed hai la voglia di metterci il duro lavoro, puoi raggiungere traguardi molto importanti. (Scopri la sua storia qui in #whywepole.) “Beppe” si distingue per la sua grande forza fisica e la sua impressionante capacità di presentarsi agli allenamenti. Cioè di metterci il sedere e di ammazzarsi di ripetizioni finché non riesce a raggiungere il suo obiettivo. In altri tempi della pole maschile italiana è riuscito a conquistare podi importanti come il titolo di Campione Italiano, ma poi lo sport ebbe uno sviluppo molto veloce in una direzione non favorevole al suo stile di allora. Era iniziato un periodo difficile, ma come di consueto per lui, ha deciso di non volersi arrendere. Ha cambiato il modo di allenarsi, così acquisendo capacità di interpretazione ed artistiche che in pochi avrebbero pensato potesse imparare. Non solo è riuscito a risalire nella classifica, ma ha concluso il 2019 con la conquista del secondo gradino più alto alle POSA Pole Sports Championships 2019 in Finlandia: Vice-Campione del Mondo!

Per vedere contenuti di pole sport devi scorrere indietro sul suo profilo Instagram in quanto Beppe ha deciso di cogliere una nuova sfida. Ora si dedica al CrossFit e come di consueto, con discreti risultati.

5. Alessio Bucci

Tanto forte quanto flessibile, anche Alessio è piuttosto una eccezione nel mondo della pole maschile. Con una solida formazione nelle arti coreutiche, il suo stile si distingue per la bellezza e la pulizia del movimento, oltre che la sua flessibilità. Fluido oltre che nella pole anche nella lingua cinese ed in altre lingue, spesso ci si chiede come fa Alessio ad avere tempo per accumulare cosi tanti talenti e conoscenze in una unica persona. La sua sensibilità e raffinatezza di pensiero si esprime spesso nelle sue coreografie, che poi si rispecchiano nei suoi contenuti su Instagram. Già Campione Italiano ed Europeo di Pole Sport nel 2017, anche Alessio ha raccolto una importante serie di podi nazionali ed internazionali negli anni. Sul suo profilo Instagram troverai anche moltissimi contenuti ed ispirazione per i double che prepara insieme a Simona Narcisi (@simona_polefighterstudio). Nel 2019 sono riusciti a conquistare la medaglia d’oro nella categoria Senior Double del 2019 in Finlandia (POSA) insieme. Alessio vive ed insegna nella sua scuola a Roma.

6. Moris Ciccone

Nel 2016 in maglia azzurra al Campionato del Mondo a Firenze dopo aver conquistato l’argento disse che vuole arrivare su in alto, sul primo posto del podio. La determinazione con cui l’ha detto ha lasciato molti della squadra perplessi e qualcuno anche incredulo. A quei tempi c’erano tanti atleti oggettivamente molto preparati a livello internazionale. Infatti le capacità artistiche e la formazione in danza non gli mancano (e non gli mancavano). Nonostante la determinazione, l’anno successivo è arrivato “solo” 5°, ma la preparazione fisica ed atletica era una questione di tempo. Nel 2018 a Fort Lauderdale negli USA, voilà, ci è riuscito. Dopo aver conquistato il Campionato Italiano ha completato la doppietta ed è salito lo stesso anno sul gradino più alto anche a livello internazionale: Campione del Mondo. La felicità di Moris ha fatto onde nella Squadra Nazionale Italiana che in quel anno ha conquistato medaglie come mai prima. Da allora è tornato a dedicarsi alla sua arte ed ai suoi allievi. Anche Moris è un atleta parecchio flessibile (per essere un uomo) e vanta una formazione coreutica.

L’Italia è una delle nazioni più attive al mondo nella pole, sia nei suoi aspetti artistici o del tempo libero, quanto nella disciplina del pole sport. Ciò nonostante guardiamo molto spesso all’estero. Clicchiamo e seguiamo i profili degli “superstar”, ok ammesso, spesso assurdi, ma a volte dimenticandoci che abbiamo talento nazionale da vendere. In Italia è molto più difficile ottenere sponsorship o sostegno se sei un atleta o un artista che vorrebbe dedicarsi a tempo pieno agli allenamenti. Nel “mondo anglo-sassone” o in Russia è più facile, perché la cultura riconosce ambizioni sportive come un obiettivo di vita di valore pari ad un lavoro. Tutti gli atleti (ed artisti) sopra citati insegnano pole e/o danza, partecipano a show ed alcuni hanno anche lavori “normali” con cui cercano di finanziare la vita e la propria passione.

Seguendo i loro profili gli mostri un po’ di riconoscimento per la loro bravura. Segui ancora oggi il loro profilo Instagram! Ti troverai con molta ispirazione ed ancora un po’ più vicino alla pole community italiana.

Però aspetta! Prima di concludere, ci manca un ultimo profilo, come promesso all’inizio. Come possiamo parlare di pole italiana senza parlare di lui?

7. Stefano Paggi

Ha letteralmente dominato la categoria Senior Men per diversi anni in Italia. Lo potremmo soprannominare Mr. Bandiera in quanto una volta entrato ci rimaneva per talmente tanto tempo che potevi anche pensare che è leggero come una piuma ed è il vento a tenerlo su. Stefano ha contribuito moltissimo all’ascesa del Pole Sport, non solo per il suo ruolo da atleta, ma anche per i campionati nazionali che ha organizzato e finanziato per diversi anni di fila. Le prese di forza sono sempre state il suo biglietto da visita. Infatti in una gara qualche anno fa, si lamentava di un dolore alla spalla. Alla domanda di cosa fosse successo, la risposta era circa questa: “Non lo so, ieri non mi sono allenato nemmeno tanto. Ho fatto i pull-up con soli 25kg in più invece dei soliti 50kg.”

Stefano ha scritto un pezzo della storia del Pole Sport in Italia e per questo tutta la community gli è grata. Ha creduto in uno sport in un epoca che in pochi vedevano il suo potenziale. Si è messo in gioco in prima persona da atleta, preparando altri atleti come coach o preparatore atletico, ha contribuito a diffondere la cultura come insegnante nella sua scuola ad Ancona ed ha investito nello sport organizzando gare ed eventi ufficiali e non.

Alla fine ti trovi con 7 profili di poler italiani da seguire su Instagram, di cui uno al momento non è attivo, ma potrebbe anche essere che presto gli torna la voglia di rimettersi in gioco e tu sarai tra i primi a saperlo.

Di poler italiani ci sono altri, alcuni affermati, alcuni emergenti con buone capacità – ma sarà per un prossimo articolo elencarli. Conosci qualcuno che manca e dovrebbe assolutamente essere elencato? Scrivi il suo nome nei commenti!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Preferenze Privacy

Utilizzando il nostro sito internet è possibile che informazioni vengono salvate attraverso il tuo browser da servizi specifici con l'utilizzo di cookies. Qui puoi cambiare le preferenze della tua privacy. Ricordati che bloccando alcuni tipi di cookies potrebbe avere effetti sulla tua esperienza di navigazione sul nostro sito e sui servizi che siamo in grado di offrirti.

Click to enable/disable Google Analytics tracking code.
Click to enable/disable Google Fonts.
Click to enable/disable Google Maps.
Click to enable/disable video embeds.
Il nostro sito utilizza cookies che raccolgono dati anonimi da terze parti per la fornitura di servizi ed informazioni. Definisci le tue preferenze della privacy e/o dai conferma che sei d'accordo con il nostro utilizzo dei cookies.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: